Michele Taricco

Opere

Artista Michele Taricco

Presente nella nostra galleria dal 1994.

Michele Taricco è considerato come uno dei più importanti artisti contemporanei italiani, ed è una figura molto vicina alla scuola surrealista europea. All'inizio della sua carriera artistica fu influenzato dal contatto con la scuola realista, ma in seguito fu attratto dal surrealismo.Dal 1972 è stato invitato ad allestire proprie mostre personali presso importanti gallerie europee ed americane.E' importante ricordare che le pitture di Michele Taricco sono state selezionate ed esposte in importantissimi concorsi internazionali a New York, parigi, Bruxelles, Ginevra e in moltissime altre città italiane ed europee; presso associazioni come la Cultural Foundation di Abu Dhabi e l'Ambasciata d'Italia nell'U.A.E., le splendide opere di Michele Taricco sono state esposte insieme ad importanti artisti italiani, fra i quali Franco Azzinari.Le pitture di Taricco sono caratterizzate dalla particolare ed estrema ricerca della realtà, splendidi dipinti dove gli oggetti diventano palpitanti di vita per la profondità che le pitture hanno e sono così vere che, stimolando la curiosità, si vorrebbero toccare per assicurarsi che non siano veramente reali. Questo aspetto del talento di Taricco si ritrova particolarmente nei dipinti con frutti, sacchetti di carta e plastica, nelle trasparenze del vetro e nelle pieghe dei tessuti.E' una piacevole occasione poter assistere ad una mostra personale di Michele Taricco e poter esplorare attraverso meravigliosi e precisi tocchi queste pitture; infatti, tali momenti di grande pittura sono estremamente rari nel panorama dell'arte attuale. Alberto Alboneti

MEMORIE STRAPPATE
San Gimignano
Dal 22/04/2011 al 18/05/2011
Maggiori Informazioni

OLTRE IL REALE
Taormina
Dal 14/05/2005 al 03/06/2005
Maggiori Informazioni

LA REALTA' CON UN VELO DI POESIA
San Gimignano
Dal 25/09/1999 al 29/10/1999
Maggiori Informazioni

Michele Taricco
Edizioni Gagliardi - 2011
Download PDF - Pag.52

Michele Taricco
Edizioni Gagliardi - 2005
Download PDF - Pag.68