Pier Giovanni Bubani

Opere

Artista Pier Giovanni Bubani

Un fascio di luce raccolto nella notte, dove la notte è più oscura di ogni altra realtà, come se la buia tela generasse d'improvviso la lieve ma definita vastità di un luminoso squarcio d'esistenza. Il nero è il colore di un inizio disperato, e il mondo interiore di Bubani ci appare, prima di sfrangiarsi di luce, come in attesa di un'epifania risolutiva, di un'alba dopo la lunghezza infinita della notte. Bubani è un pittore in attesa, le sue figurazioni - immagini di luce in movimento - sono moti catartici che hanno attraversato stati di alienazione. Ma nelle opere su carta scopriamo una visibilità di natura, come se dopo tanto vagare in cosmi oscuri (sconosciuti cosmi dell'anima) riguadagnassimo una percezione delle cose; e avvicinandosi intravediamo incisioni come a fuoco - che invece sono fatte con spatole e attrezzi appuntiti - ,piccole colate laviche spente a goccianera a riflettersi sul cartone lavorato col vinavil in trasparenza. Il risultato finale è una sequenza di sedimentazioni naturali come raccolte dopo l'abbandono di un mare antico. Direi che è importante quando si discute di pittori potentemente oggettuali come Bubani riferirne la qualità espressiva di assemblaggio dove una musica interna distingue e nobilita le grevità dei materiali.