Tiziana Cera Rosco

Opere

Artista Tiziana Cera Rosco

Poetessa, fotografa, installatrice, scultrice, lavora nei campi dellìideazione e conduce laboratori di Umanesimo dal 2006. E' autrice dei libri: : Anatomia del Solo (ed. cuoreinverso, 2014, Milano) Dio Il Macedone (ed. Lietocolle 2009) Il Compito (ed. La Vita Felice, curato da Milo De Angelis 2008) Lluvia (ed. Lietocolle 2004) Il Sangue Trattenere (ed. Atelier 2003) Calco Dei Tuoi Arti (ed. Lietocolle curato da Giuseppe Conte e Giampiero Neri, 2003) Anatomia del Solo (ed. cuoreinverso, 2014, Milano) I suoi testi sono presenti in diverse antologie e tradotti in inglese, francese, spagnolo e portoghese. Del videopoema: Non salvarti (Reggio FilmFestival, Reggio Emilia) con musiche di Teho Teardo. Delle scritture per voce sola : Così poco destino nei vostri sguardi (Teatro di Monfalcone, Monfalcone 2010) Da chi vuoi ritornare? (Festival di Edimburgo, Edimburgo 2009) Segnata E Gli Idioti (Teatro Out Off in Contrasti Poetici, Milano 2009) Demonio o del perdono ( Teatro Olimpico, Vicenza 2007) Delle sillogi inedite: Esercizi Di Luogo La Stessa Persona E' in pubblicazione per Raffaelli editore la "traduzione" al Libro Dei Numeri della Bibbia (a cui seguirà un'installazione) . Autrice delle raccolte fotografiche: Cercatemi e Fuoriuscite ( Tempio di Adriano, Roma 2011) The Deep ( Nigredo, Roma 2010) Il Doppio (Luci Della Città, Caserta 2010) in collaborazione con la Società di Psicanalisi. Lambs o dell'Icona Familiare (Sull'Icona, Zagabria 2009) The bed Sue fotografie sono apparse su diverse riviste del settore ed è l'autrice della foto di copertina del disco di Paolo Saporiti. Ha illustrato il libro Asêt di Flavio Santi per la Barca di Babele ed. E' autrice della canzone Il Garofano Nero uscita nell'ultimo disco di Mauro Ermanno Giovanardi e di svariati brani del progetto Songs For Ulan. Attualmente sta lavorando al suo primo romanzo: BiancoRh.e a due soggetti per film. E sotto il titolo di Terapia Della Lettura tiene corsi di Umanesimo Spinto dal 2006. E' fondatore di Cuoreinverso (piccola non editrice di libretti fatti a mano), di Cinquemiglia (un ciclo di incontri, concerti e corsi dedicati all'ascolto e all'indagine dell'umano), è direttore artistico di Leggero Come Una Pietra (una stagione di incontri con autori di diverse discipline e workshop sul tema del costruire e della commistione delle arti), è il curatore del libro polimediale e del'applicazione Ap.(20,12 ) (https://itunes.apple.com/ca/app/ap.20-12/id577560777?mt=8&ign-mpt=uo%3D2) e l'autrice dei testi del libro concept Utopia (http://www.imille.it/en/projects/utopia/). Installazion performative: Restituzione (tempio di adriano, febbraio 2014, Roma) E' vostra la vita che ho perso (Tempio di Adriano, febbraio 2014, Roma) Abluzione (Galleria Gagliardi, dicembre 2013, San Gimignano) La chiave d'oro (Stella Withe, novembre 2013, Caserta) Diana (MaaM, ottobre 2013, Roma) Commento alle sette parole (clang, scicli, maggio 2013, chiesa di san Giovanni) Ritorna (Museo Villa Croce di Genova, Dic. 2012, con lettura integrale del testo dell'Apocalisse) Esercizi di Luogo (Sponge Arte Contemporanea, Pergola 2012, sul corpo familiare) Il tema del padre ( Arte Accessibile, Milano 2012 per Sponge Arte Contemporanea) Pulsar -2battito - (Step'09 Museo Della Scienza e Della Tecnica, Milano 2011, Gall. Franz Paludetto) Pulsar -1battito - (Carceri Nuove, The Others, Torino 2011, galleria Franz Paludetto, con musiche di Matteo Curallo e Davide Ferrario) Artista. Nasce a Milano nel '73, dove ora vive, ma continua a crescere nel Parco Nazionale D'Abruzzo. Attratta fin da bambina dalle Sacre Scritture e dalla Natura, è esponente della poesia mistica e selvatica, poesia visionaria che ha trasportato sia nelle sue opere fotografiche (lavori per i quali ha inventato una tecnica di lavorazione manuale) che nelle performance. Nel suo lavoro si rintraccia l'idea umanista di artista totale che usa ogni mezzo artistico e naturale disponibile per la manifestazione di una visione che ha sempre a che fare col sacro, anche il sacro naturale. Le sue fotografie sono immerse in un orizzonte quasi religioso in cui le figure spesso nascono dal buio. Ha sempre lavorato sul tema del Corpo Iconicizzato e con il suo corpo anche quello del nudo e ha affrontato con le installazioni, la musica, la fotografia, la parola, l'immagine, le performance i temi della preghiera, del corpo familiare, dell'icona domestica, del doppio, della deposizione, della dedizione e della castità selvatica. Gli ultimi lavori si svolgono sul tema del Perdono, della Caduta e della Protezione e la sua figura è fissata su gonne altissime che lei stessa costruisce. La sua ultima sperimentazione è con la motion capture per scrivere musica live muovendosi nello spazio e diventare un vero strumento umano, un controller di suoni e immagini usando il corpo. Conduce in monastero corsi di trascrizione di testi a mano e corsi di autobiografia fotografica. Ha pubblicato diversi libri di poesia, è tradotta in 4 lingue, ospite di numerosi festival nazionali ed internazionali, di residenze d'arte, gallerie, convegni e monasteri. Nei teatri è impegnata con la trilogia degli animali sulla femminilità e testi di poeti da cui è ispirata. Ha esposto e performato in numerosi musei e gallerie sia in Italia che all'estero. E' ora impegnata nella scrittura multimediale del Requiem per Olmo e nel Commento alle Ultime Sette Parole di Cristo sulla Croce. Dalla primavera del 2015 inizierà Corpus, un progetto sugli alberi e sulle radici ( che lei già espone, nudi, ripuliti, sollevati da terra ad altezza uomo come totem dal titolo "la scrittura non si immagina" ) e Aspera un progetto di eremitaggio artistico nella piccola Casa Del Senza in territorio Valdese. Ha una passione per i cervi, i lupi, le icone bizantine e quando sarà molto vecchia farà il falconiere.