Renzo Galardini

Opere

Artista Renzo Galardini

Renzo Galardini espone nella nostra galleria dal 2014.

Renzo Galardini è un classicista, un rinascimentale, la sua tecnica, i suoi soggetti evocano il mondo arcaico, esprimono la forza della pittura e l'insegnamento degli Antichi. Potremmo aggiungere che è un romantico, un sentimentalista, padrone di quel senso decadente promosso da un gusto prettamente nordeuropeo, un gusto che rimanda all'esotico, al viaggio, al sogno, alle corrispondenze ultrasensibili, al grande Hieronymus Bosch, pittore del quattrocento da cui grandi artisti sono rimasti affascinati come Max Ernst, Giorgio De Chirico, Salvador Dalì e Marc Chagall. Renzo Galardini è anche un artista contemporaneo, vive e rivive nelle sue composizioni le tensioni della società di massa: piccole figure acefale in uno spazio sconfinato che agiscono ed operano intente a compiere insolite e a volte impossibili azioni. Sono figure perse nell'equilibrio della composizione come l'uomo nell'innaturale spazio quotidiano della società consumistica, ma non vi sono brutture, solo delicate e maniacali pennellate che rendono il quadro opera e messaggio. Coesistono, quindi, componenti eterogenee che sottolineano la creatività e la sensibilità del pittore, qualificandolo come un vero Artista. L'indiscussa abilità tecnica e la fantasia si fondono nella supremazia dell'inganno surreale. Reminiscenze e allegorie fatte di giochi infantili, cavalli, tartarughe, burattini e ghirlande con i quali l'artista esprime i propri valori sociali e morali, rendendo la sua pittura colta e pregna di significati. L'essenza del reale è narrata nelle ambientazioni fiabesche, spazi in cui l'artista è un burattinaio che stringe con esili fili la sua stessa pittura fatta di nature morte tessili e cartacee, di grande raffinatezza ed eleganza. Ha conseguito il diploma di maturità presso l'Istituto d'arte di Lucca con Guglielmo Malato e Vitaliano De Angelis e successivamente ha frequentato il corso di scenografia presso l'Accademia di Belle Arti di Firenze. È un pittore, incisore e ceramista. Nel 1984 è stato inserito nel catalogo Bolaffi per l'arte grafica di Enzo Carli con la seguente motivazione: «Per la creatività provocatoria e ironica della sua chiara tecnica grafica usata per richiamare in un modo poetico inedito simulacri storici, emblemi e simboli, oltre che oggetti attuali ».
Ha tenuto mostre in Italia, in vari musei americani e in Germania. Ha partecipato a importanti mostre d'arte grafica quali: 1981, Presenza di grafica in Toscana, Castello Pasquini, Castiglioncello; 1986, Biennale "Tono Zanconaro", Vico d'Elsa; 1987, Mostra d'arte grafica internazionale di Tampa, in Florida; 1992, VI Mostra Biennale Internazionale della Grafica Fantastica incisione italiana, Tenno, Trento; 1993, Inciso altrove, vecchio macello, Cagliari; Repertorio per incisioni italiane, disegni e stampe Studio Le Cappuccine, Bagnocavallo (2007 e 2013 anche); 1998, Incisione a Pisa nel XX secolo, Limonaia di Palazzo Ruschi, Pisa; 2008, sesto premio "Leonardo Sciascia" Amateur d'Estampes, Castello Sforzesco, Milano; 2012, 1a Biennale d'incisione "Carmelo Floris", Olzai, Nuoro.
Alcune delle mostre pittoriche a cui ha preso parte: 1977, Artisti pisani, Fortezza Sangallo, Pisa; 1980, Esposizione Nazionale Umberto Vittorini, Abbazia di San Zeno, Pisa; 1981, Incontri a Pisa, San Giuliano Terme; 1984, Arte per la pace e il lavoro, Castello Pasquini, Castiglioncello; Biblioteca pubblica, Cecina; Biblioteca pubblica, Piombino; 1985, per Alessandro Manzoni, il Centro Grattacielo, Livorno; 1991, 10a Mostra Città di Buti, Teatro "Francesco Di Bartolo", Buti, Pisa; 1996, Monumentalmente Vostro, Villa Pacchiani, Santa Croce sull'Arno, Pisa; 1998, 1498-1998, atmosfere Savonarola, Centro Grattacielo, Livorno; 1999, Arte per la vita, antico monastero delle Monache Benedettine, Pisa e Camini di Catania; 2000, Ex voto per il millennio, Museo nazionale del monastero certosino di Calci, Pisa; 2003, Made in Italy. Sei artisti contemporanei, The Grace Museum, Abilene, Texas; 2008, incontri itineranti e inaugurazioni in un luogo storico a Livorno, Bottini dell'Olio, Livorno; 2011, Fantasticart, Palazzo Inquilini, San Miniato al Tedesco, Pisa; 2012, Questo è il mio fiume, Villa Pacchiani, Santa Croce Sull'Arno, Pisa; 2013, Viva Verdi, Mo.Ca. Arte Contemporanea, Montecatini Terme, Pistoia; 2014, Rosso Fiorentino Rosso vivo, Palazzo dei Priori, Volterra, Pisa; Gli amici di Sirio. Franchi Galardini Lombardi Possenti, Galleria Bandini, Cecina, Livorno.
Alcune delle sue numerose pubblicazioni di grafica: 1980, L'arpa malata e altre buffonerie, Introduzione di Michele Feo; Mitografie dei sobborghi. 12 memorie di Pisa, testi di Silvano Burgalassi e Nicola Micieli; 1981, per sempre bandire la pigrizia dalla città; 1986 Sei piatti per un'avventura nel bosco, con una ballata di Nicola Micieli; 1992, catalogo completo delle sue incisioni, a cura di Nicola Micieli con prefazione di Enzo Carli, Edison, Bologna.
Le sue mostre personali: Pisa, Livorno, Santa Croce sull'Arno, Trani, Lucca in Italia e Berlino Germania, Abilene, Texas, USA.
Molti critici d'arte hanno scritto testi sulla sua opera, tra cui: Dino Carlesi, Giuseppe Cordoni, Elisa Gradi, Nicola Micieli, Enzo Carli.